RIQUALIFICAZIONE DEL PORTO DI MARATEA
PROGETTO

Gianfranco MALARA (capogruppo), Fabrizia BERLINGIERI, Piero CAVALLO, Mario COVELLO, Andrea MALARA, Giuseppe MARADEI, Elisa VANZILLOTTA, collaboratrice: Federica GRECO

COMMITTENTE

Comune di Maratea

LOCALIZZAZIONE

Maratea, Potenza

TIPOLOGIA DELL'INCARICO

Concorso di Idee
progetto secondo classificato
 

DATI DIMENSIONALI

La proposta si consolida in un progetto di suolo capace di connettere i vari ambiti (Darsena - Molo Nord - Borgo - Molo Sud) e di recuperare la conformazione storica della costa (ante-porto) e l’antica direttrice di epoca romana, cercando di valorizzare e potenziare aree, ad oggi, marginali.
Osservando le foto dei primi del ‘900 e da analisi della matrice storica si apprende che fino al 1962, anno di realizzazione dell’infrastruttura portuale, l’area ha rivestito anche il ruolo di località balneare per i cittadini di Maratea. La costruzione dei moli ha, di fatto, interrotto il “dialogo” diretto tra gli abitanti del borgo e il “loro” mare. L’intenzione progettuale, servendosi del completamento delle operazioni di messa in sicurezza del molo nord, cerca di recuperare tramite una passeggiata continua, ora sul suolo, ora sull’acqua, quella dimensione spaziale oggi compromessa dalla presenza dell’infrastruttura realizzando un vasto e continuo spazio pubblico in grado di riconnettere luoghi appartenenti alla medesima organizzazione naturale e antropizzata. L’ambizione del progetto non è, quindi, solo dare un lungomare a Maratea, ma quella di legare più saldamente il paese con l’infrastruttura e il paesaggio, recuperando la matrice storica del luogo.

IMPORTO OPERE