LATOMIE DEI CAPPUCCINI
PROGETTO

Fabrizia Berlingieri
Franco Cardullo (capogruppo)
Giuseppe Scarcella

COMMITTENTE

Biennale di Venezia
Comune di Siracusa

LOCALIZZAZIONE

Siracusa

TIPOLOGIA DELL'INCARICO

Progettazione edilizia

DATI DIMENSIONALI

Area di intervento 5.089 mc
Superficie coperta 628 mq

IMPORTO OPERE

Non stimato

Il progetto si configura come un bordo urbano sensibile al traguardare visivo del e verso lo scavo. L’ingresso principale alle Latomie è uno stretto edificio in pietra, che accoglie i servizi e si affaccia sullo scavo. Il tetto dell’edificio è un giardino pensile, percorso urbano verso la città. Dall’ingresso è possibile scendere lentamente verso il limite della Latomia. Una serie di camere scavate nella roccia accolgono un piccolo museo sul bordo interno. Nello spazio antistante un Palmeto su un basamento in pietra, stilobate di colonne vegetali, guarda la costa: terrazza urbana pubblica. Altre terrazze si raccordano al monumento esistente proiettando il convento verso il mare e mantenendo, allo stesso tempo, un vuoto tra città e linea di costa. Alcune stanze punteggiano il bordo alto della Balza di Acradina. Tra muri spessi di pietra, coperti da un tetto avvolgente si osservano vicine le Latomie, il Convento, più lontane le case, la città, e poi il mare, in una luce abbagliante.

Progetto in mostra presso la 10. Mostra Internazionale di Architettura di Venezia, sezione Città di Pietra, Padiglione Italiano, Venezia 2006.
Progetto in mostra presso la Facoltà di Architettura di Reggio Calabria, 30 maggio 2007.

Pubblicazione in catalogo:
10. Mostra Internaziona le di Architettura di Venezia, Sensi Contemporanei, Città di Pietra, Progetto Sud, Marsilio Editore, Venezia 2006.
Franco Cardullo, Antonello Monaco con F. Berlingieri, R. A. Cristelli, C. S. Vicari Aversa (a cura di), Città di Pietra nella Mediterranea, mostra e convegno, Iiriti Editore, Reggio Calabria, maggio 2007.