PARCO DELLA SCIENZA SANTUARIO SS.CROCIFISSO
PROGETTO

Federica GRECO
Beniamino Fabio ARCO

collaboratori: Domenico LEROSE

COMMITTENTE

Onlus OFM Cap. Calabria

LOCALIZZAZIONE

Via della Riforma, Cosenza

TIPOLOGIA DELL'INCARICO

Progettazione Architettonica
Direzione Lavori

DATI DIMENSIONALI

500 mq

IMPORTO OPERE

100.000 euro

Il progetto di realizzazione del “Parco della Scienza” consiste sia nella messa in sicurezza statica del piano, sia nella riconfigurazione architettonica dei percorsi e dell’area ludica. Il  progetto sostanzialmente mantiene inalterata la natura dei luoghi, proponendo lo stesso sedime del precedente muro di sostegno che a sua volta si colloca in prossimità di un precedente muro di terrazzamento presente nell’area. La realizzazione di un nuovo Parco ludico-ricreativo persegue un disegno originale rispetto allo stato di fatto e al tempo stesso dato da pochi elementi e caratterizzato dal senso di longitudinalità dato dal muro e dai sistemi di terrazzamenti agricoli.Il disegno del suolo è organizzato secondo delle strisce a carattere e materiale differenti. La prima è un percorso in materia lapidea che costeggia il fianco della Chiesa; la seconda striscia in materiale antitrauma prevede la collocazione dei giochi didattici; la terza, procedendo verso il muro, è invece trattata con materiali naturali (di tipo calcestre) con la collocazione di vasche di sabbia per il gioco dei più piccoli e la piantumazione di alberi ad alto fusto, infine l’area termina con una lunga seduta che fiancheggia il muro e riprende una fascia di pavimentazione di tipo lapideo. Sul lato trasversale, a confine con l’area adibita ad orto dai frati, è presente una struttura in acciaio di tipo a pergola come elemento di filtro tra le diverse destinazioni, e zona di ombreggiamento. Si è pensato alla realizzazione del Parco della Scienza: un luogo dove gli elementi naturali - aria, acqua, suoni e rumori - coinvolgono i sensi e stimolano l’apprendimento delle leggi naturali. Gli elementi gioco sono  alcuni in acciaio inox,altri colorati, che risultano curiosi e affascinanti, caratteristici ed unici. Realizzati in base a criteri che contrastano il concetto di impedimento fisico, tali elementi risultano ampiamente utilizzabili da parte di soggetti diversamente abili. Interessante e coinvolgente per i bimbi, così come per gli adulti, il Parco della Scienza è oggi ciò che più si avvicina all’idea di divertente museo scientifico-tecnologico all’aria aperta.Il Parco della scienza è  costituito da una serie di dispositivi che conducono alla scoperta della scienza nella vita di tutti i giorni, sul percorso del parco si trovano : VOCI D’ARIA Usando le pompe è possibile spingere l'aria attraverso i tubi e sentire i suoni delle note. Possiamo dunque scoprire come funzionano le note musicali e divertirci a “fare concerti” con gli amici.PARLA NEL TUBO:Una serie di tubi collegati a coppie ci permettono di scoprire quale sarà il compagno che risponderà all'altro capo.CALEIDOGIRA: E' un insolito strumento che sfrutta l'effetto del caleidoscopio. L'ambiente circostante è riflesso sulle pareti a specchio all'interno del tubo e si replica in infinite copie, dando luogo ad effetti spettacolari. NON PERDERE IL FILO: Un gioco costituito da una serie di tubi colorati, con altezze diverse,  appositamente studiato per stimolare il bambino a completare il percorso acquisendo così maggiore manualità. La sua particolare composizione permette di accedervi a tutti i bambini, abili e diversamente abili, andando ad influire positivamente sull'aggregazione sociale.